Vuoi anche tu aumentare la redditività 

della tua farmacia con un progetto di arredamento e/oautomazione?

Contattaci!

COPYRIGHT:

Th.Kohl Srl

Viale dell'Industria, 37 - 37030 Badia Calavena (VR)

Tel: +39 045 651.18.11 - Fax: +39 045 651.18.15

info@thkohl.it - www.thkohl.it


Pharmathek Srl 

Via Enrico Fermi, 43 - 37136 Verona 

Tel: +39 045 950301 - Fax +39 045 952101 

info@pharmathek.com - www.pharmathek.com

I VANTAGGI SECONDO ALEXANDER E ASTRID VON LIECHTENSTEIN

PROGETTO INTEGRATO

presentano

A Th.Kohl, storica azienda di progettazione e arredo delle farmacie, dieci anni fa si è affiancata Pharmathek, società nata dagli stessi imprenditori per fare fronte alla crescente richiesta di tecnologie innovative da parte dei farmacisti, con particolare riferimento ai robot per l’automatizzazione del magazzino. I traguardi raggiunti dalle aziende del Gruppo testimoniano quanto sia importante percorrere la strada dell’innovazione, proponendo ai propri clienti prodotti e servizi che consentano d’anticipare i cambiamenti e trarne i massimi vantaggi. 

Ecco l'intervista realizzata ad Astrid e Alexander von Liechtenstein, titolari di terza generazione delle aziende Th.Kohl e Pharmathek sui vantaggi di un progetto integrato. 

In che cosa consiste il vantaggio di un progetto integrato di automazione e arredo realizzato dal Gruppo Th.Kohl? 

Astrid von Liechtenstein - Quando l’automazione viene integrata in forma nativa nell’arredo della farmacia, si riesce a ottenere il risultato preferibile sotto tutti i punti di vista. In primo luogo in termini di architettura, dal momento che le uscite del robot sono posizionate dove più conviene nel rispetto del design; in secondo luogo in termini di miglioramento del livello del servizio, poiché da un progetto finalizzato a valorizzare le specializzazioni della farmacia, o a farne emergere il potenziale inespresso, derivano i cosiddetti focal points, i punti di attenzione dove il cliente-paziente potrà interagire con la macchina, in autonomia o con la guida del farmacista. Egli si trasforma, dunque, da “percorritore passivo” degli spazi a visitatore informato e consapevole. 

Quali sono i vantaggi competitivi per il farmacista che decide d’installare il robot Pharmathek?

Alexander - I vantaggi sono molteplici, sia dal punto di vista organizzativo, sia di quello legato al consiglio. Si va dalla riorganizzazione del magazzino con la conseguente riduzione dello stock, alla possibilità di organizzare rapidamente la merce tramite il caricatore automatico. È, infatti, sufficiente rovesciare la cassetta dei prodotti all’interno della tramoggia affinché il robot lavori al fine di stoccare le confezioni al suo interno. Per quanto riguarda il servizio al cliente-paziente, il fatto di non doversi allontanare dal banco consente al farmacista di instaurare una relazione più solida con il proprio interlocutore, investendo così nella delibazione. 

Astrid - Con il nostro metodo “23 Secondi per creare valore” insegniamo ai farmacisti che acquistano il robot Pharmathek a gestire al meglio il tempo che guadagnano, non dovendosi più recare alla cassettiera o in magazzino. La soddisfazione è assicurata a chi decide di aggiornarsi attraverso questa fondamentale tecnologia.

Quali sono le principali innovazioni sul fronte degli arredi per la farmacia? E quali le novità che Th.Kohl si prepara ad introdurre?

Astrid - La vera rivoluzione in atto è sul fronte dell’architettura e degli arredi. Qualche anno fa abbiamo fondato Mattec Interiors, l’azienda del nostro gruppo che si occupa di arredo nel settore della moda e della ristorazione. La farmacia si sta avvicinando sempre più rapidamente al retail: ci sono farmacisti più votati al consiglio, alla selezione certosina dei fornitori, a un’esposizione ridotta rispetto al passato. Per loro abbiamo ideato il concept Pha.Re (Pharmacy Retail). Ci sono farmacie che hanno bisogno di tenere il più elevato numero possibile di prodotti. Per loro i nostri sistemi seriali, dall’alluminio al legno e vetro, sono perfetti. Possono, infine, coesistere più concept all’interno della stessa farmacia, dove l’area dedicata al consiglio e ai prodotti selezionati affianca le zone a maggiore esposizione. In questi casi andrà elaborato un progetto custom che tenga bene in considerazione la suddivisione degli spazi, in modo da valorizzare al meglio il potenziale della farmacia.

Come si prospetta il futuro per il Gruppo Th.Kohl? Qual è la vostra visione a lungo termine?

Alexander - La nostra visione a lungo termine è quella di un gruppo di aziende industriali e di servizi a fianco dei farmacisti Italiani, come è sempre stato. La fiducia che i nostri clienti ripongono in noi è un incentivo straordinario a continuare a innovare, a sviluppare prodotti ad altissimo valore aggiunto per chi li acquista: arredi di design che sappiano accogliere e valorizzare le vocazioni di ciascuna farmacia, soluzioni tecnologiche sempre all’avanguardia per l’automazione del magazzino e lo stoccaggio dei prodotti. Ma non solo: i nostri architetti e ingegneri sono sempre alla ricerca del prodotto complementare che possa soddisfare quelle esigenze che, direttamente o indirettamente, si ricollegano alla ristrutturazione della farmacia o all’automatizzazione del magazzino. Parlo dell’integrazione di schermi touch e di altre tecnologie, della comunicazione sul punto vendita e di altre attività attraverso le quali, grazie alla nostra esperienza, possiamo fare la differenza in farmacia.

Astrid - Non ci fermiamo mai! E i risultati ci consentono di investire continuamente in Ricerca e Sviluppo. Inseguiamo sempre il miglioramento continuo della nostra offerta e della diversificazione strategica del prodotto e del servizio. E strategico, per noi, significa importante per la soddisfazione dei nostri clienti. Questa è la direzione nella quale lavoriamo, la stessa perseguita da mio padre e intrapresa, quasi un secolo fa, da mio nonno.


Alexander von Liechtenstein - Sotto il profilo tecnico, l’integrazione del robot nel progetto di arredo consente di disegnare linee di trasferimento il più possibile efficienti, riducendo di gran lunga il tempo di consegna dei prodotti. Inoltre, permette la totale libertà su dove posizionare il robot e in quali punti collocare le uscite dei prodotti.

Infine, essendo le aziende parte di un unico gruppo, non bisogna sottovalutare il fatto che il farmacista si troverà a confrontarsi con un unico interlocutore, semplificando quindi l'intero processo di gestione della ristrutturazione.

Tutti fattori che contribuiscono a migliorare

il servizio al cliente e la redditività della farmacia

  • Un unico interlocutore per la gestione dell'intero progetto
  • Massima libertà nella disposizione del robot e delle relative uscite, ottimizzando l'organizzazione degli spazi e il risultato estetico
  • Creazione di percorsi di acquisto e focus point in grado di valorizzare prodotti e servizi della farmacia
  • Trasferimenti del farmaco dal robot al banco più veloci ed efficienti

Alexander - Abbiamo studiato e realizzato linee di arredo finalizzate tanto all’esposizione dei prodotti quanto alla valorizzazione dell’esperienza d’acquisto. Il pubblico chiede proprio questo, in particolare i millennials desiderano poter entrare in uno spazio vendita, cercare in autonomia ciò di cui hanno bisogno, interagire attraverso un tablet o uno schermo touch e, al contempo, ricevere un servizio di alto livello da personale qualificato. Il processo di acquisto o, meglio, l’esperienza è più complessa rispetto al passato e l’ambiente all’interno nel quale essa avviene è di fondamentale importanza.

Per rimanere aggiornato sulle nostre attività

seguici su Facebook!